Windows 7 e i browser

Da quanto si legge in rete, la Commissione europea, da sempre in guerra contro la Microsoft, potrebbe chiedere a quest'ultima, accusata di abuso di posizione dominante nel campo del software per computer, di installare all'interno del suo prossimo sistema operativo, nella fattispecie Windows 7, anche i browsers concorrenti.

 

Browsers concorrenti che, con la scusa della "posizione dominante", da anni annaspano in una specie di limbo senza mai essere riusciti ad emergere per davvero.

 

È quanto ha scritto anche sul Wall Street Journal, citando fonti europee vicine al dossier Microsoft. Quindi, se l'ipotesi si dovesse realizzare, gli acquirenti di un PC con un Windows 7 OEM preinstallato o gli acquirenti di un Windows 7 Retail, dovrebbero ritrovarsi non soltanto Internet Explorer ma anche i concorrenti minori tipo Firefox, Safari, Chrome ed Opera.