Virus Ransomware: attacco ai comuni con richiesta del riscatto!!

L'ultimo virus che ci segnalano viene dalla Russia.

Da mercoledi i siti istituzionali dei comuni e enti pubblici sono stati presi di mira da questo nuovo virus che blocca totalmente i sistemi informatici.

Dopo aver rubato la rubrica di posta elettronica di un qualche ufficio di una qualsiasi città che spesso contiene gli indirizzi di altri Comuni, il virus spedisce a nome dello stesso ufficio il file «Compenso.Pdf» seguito da una lunga linea continua.

Provenendo l’email da un indirizzo insospettabile e facendo pensare a un qualche pagamento, molti impiegati, ignari, lo aprono senza rendersi conto che alla fine della linea continua, nascosto oltre la schermata, c’è l'estensione «.exe». Non è un documento, ma un programma che immediatamente cripta nei pc e nei server i file documenti pfd, word o excel, ma anche le foto, rendendoli inutilizzabili.

A questo punto ai malcapitati utenti viene richiesto un riscatto in BITCOIN per "decryptare" i files.

Fra i Comuni che hanno deciso di “piegarsi” al ricatto informatico c’è quello di Bussoleno, in provincia di Torino.

Al momento l’unica cosa che consigliamo di fare è farsi un backup dei dati oltre, ovviamente, a quella di stare attenti alle email che vi arrivano.

Ricordate, al momento il file da NON APRIRE è Compenso.Pdf