Senza fili, ricarica compresa

Se i collegamenti dei dispositivi portatili sono ormai praticamente tutti wireless, l'unico limite che vincola ancora ai cavi i device portatili è appunto la necessità di alimentazione.
È molto recente l'annuncio di Dell del suo portatile Z600 che può essere ricaricato in modalità wireless, cioè senza l'uso di cavi, ma utilizzando un'apposita docking station. Analogamente aziende come Powermat stanno presentando sistemi di ricarica wireless per oggetti come i telefoni cellulari o le console per gioco portatili.
In realtà le tecnologie di alimentazione e ricarica wireless sono utilizzate da molto tempo, anche se con scarsa diffusione per il mercato consumer. Per esempio, da anni un produttore di automobili ricarica le piccole batterie presenti nelle chiavi delle autovetture con un sistema wireless.
I tempi però sono maturi per la larga diffusione di questo tipo di sistema di ricarica anche perché le esigenze degli utenti vanno in questa direzione. Per rendersene conto, basti pensare a quanti oggetti alimentati con una batteria abbiamo quotidianamente nelle nostre tasche. A questi si aggiungono altri oggetti portatili come i notebook e netbook. Per questi oggetti la ricarica delle batterie è una complicazione spesso non irrilevante. Per esempio, spesso i carica batterie da viaggio che siamo costretti a portarci dietro, costituiscono un ammasso di cavi e un peso che preferiremmo evitare. Gli analisti sostengono, inoltre, che uno dei trend incostante crescita è proprio quello legato all'uso di device portatili per comunicare, lavorare, giocare e per l'intrattenimento. É chiaro che un sistema che permetta di risolvere i problemi legati alla ricarica della batterie di questi dispositivi portatili non può che essere giudicato molto interessante dagli utenti. Occorre considerare,inoltre, che i costanti sforzi nella ricerca di batterie dotate di autonomia sempre maggiore e dispositivi con consumi sempre più bassi, ha ridotto solo in parte la necessità di sistemi di ricarica innovativi. Se diventa possibile utilizzare un oggetto per l'arco di una intera giornata, ricaricandolo durante la notte, la spinta della necessità di un sistema di ricarica efficiente diminuisce. Per contro, se si potesse disporre facilmente di un sistema di ricarica wireless ampiamente diffuso, per esempio integrato nelle scrivanie, nei tavolini dei bar o degli aerei, le batterie potrebbero diventare più piccole, riducendo pesi e dimensioni.