Canone RAI e computer

Risposta del servizio abbonamenti della RAI alla richiesta di chiarire la loro posizione nei confronti di chi non possiede, nessun apparecchio televisivo.

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Gentile Signor *********,
in seguito alla Sua comunicazione del *********, La informiamo che l'obbligo al pagamento del canone di abbonamento alla televisione, secondo quanto disposto dall'art. 1 del R.D.L. del 21/02/1938 n. 246, sorge a seguito della detenzione di uno o piu' apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni televisive indipendentemente dalla qualità o dalla quantità del relativo utilizzo (Sentenza costituzionale 12/5/1988 n. 535 - Sentenza cassazione 3/8/1993 n. 8549).
Precisiamo che il canone e' un'imposta (Sentenza Corte Costituzionale n. 284 del 26/06/02 - Sentenza Corte di Cassazione del 03/08/93 n. 8549) che viene comunemente definita abbonamento.
Per apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radiotelevisive si intende non soltanto il comune televisore, ma anche:
- un monitor collegato ad un videoregistratore che consenta la ricezione di canali televisivi;
- un computer purche' sia dotato di idonea scheda che abiliti il computer stesso alla ricezione di canali televisivi.
Di conseguenza, il semplice possesso di uno o piu' computer, privi della suddetta scheda ed inidonei alla ricezione dei canali televisivi, non comporta il pagamento del canone, mentre la loro detenzione con le caratteristiche sopra riportate comporta il pagamento del canone televisivo.
Esso inoltre non e' dovuto nel caso di detenzione in ambito privato di soli apparecchi radiofonici.
Disponibili per ulteriori informazioni da richiedere al seguente indirizzo http://www.abbonamenti.rai.it/Ordinari/Scriveteci.aspx, porgiamo cordiali saluti.
Gestione Abbonamenti

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Pericò sembra che per ora con un semplice computer non si debba pagare ancora il canone.