30 milioni di documenti indicizzati grazie a Google Search Appliance 6.0

30 milioni di documenti indicizzati grazie a Google Search Appliance 6.0

Google annuncia GSA 6.0, la nuova edizione dell’architettura hardware/software per l’enterprise search Google Search Appliance, ora in grado di indicizzare e ricercare un numero praticamente illimitato di documenti e di consentire l’unione di più appliance per soddisfare le esigenze di search delle organizzazioni di qualsiasi dimensione.
 
La popolare yellow box Google Search Appliance è in grado di eseguire ricerche nelle intranet, nei server web, nei portali, nei file system, nei database, nei sistemi di gestione dei contenuti e nei dati delle applicazioni aziendali, con la stessa precisione e semplicità dell’universalmente noto motore di ricerca di Google.
 
Scalabilità dinamica
Con GSA 6.0, Google introduce una nuova architettura, integrata in due modelli: GB-7007, che supporta ricerche su fino a 10 milioni di documenti, e la nuovissima unità GB-9009 per le ricerche su oltre 10 milioni di documenti e capacità virtualmente illimitata. La nuova architettura consente alle aziende di aggiungere dinamicamente capacità alle implementazioni GSA esistenti senza dover sostituire l’attuale sistema e interrompere il servizio. L’aggiunta di maggiore capacità richiede solo pochi secondi e viene eseguita semplicemente modificando la licenza, senza che siano necessarie variazioni all’hardware GSA sottostante.
 
GSA 6.0 permette alle organizzazioni di:

 

- Avere a disposizione un’architettura che, nel modello base, consente di ricercare fino a 10 milioni di documenti – con questa release, Google effettua l’upgrade del modello entry-level al potente GB-7007 (che sostituisce il precedente modello GB-1001 in grado di ricercare da 500.000 a 3 milioni di documenti) e lancia anche un modello completamente nuovo – il GB-9009 - indirizzato ai clienti con volumi di documenti particolarmente elevati. Il nuovo appliance GB-9009 integra funzioni per la ridondanza ed è basato sulla piattaforma R710 di Dell e i processori Intel Xeon 5500.

- Ricercare istantaneamente informazioni su miliardi di documenti contenuti nella intranet o sui siti web aziendali – la nuova versione di GSA offre per la prima volta la possibilità di ricercare informazioni su miliardi di documenti, grazie alle funzionalità per la scalabilità dinamica che permettono di collegare in modo semplice e rapido più appliance GSA installati in locale o presso sedi remote, consolidando così le informazioni residenti presso molteplici archivi di diversi dipartimenti aziendali. 

Usufruire di maggiori possibilità di personalizzazione - GSA 6.0 offre opzioni per la personalizzazione delle funzionalità di amministrazione, sicurezza e rilevanza dei risultati restituiti dal motore. Le nuove funzioni permettono di personalizzare al massimo livello le modalità e la tipologia dei risultati delle ricerche. Tra queste:
 

° Struttura del Ranking (Ranking Framework) – possibilità per gli amministratori di integrare i log del server o altre informazioni relative ai documenti ricercabili per migliorare ulteriormente i risultati
° Differenziazione per Nodo (Node Biasing) - grazie alla scalabilità dinamica e all’integrazione di più appliance in diversi reparti e sedi geografiche, gli amministratori possono differenziare i risultati provenienti da determinate appliance di ricerca in base al nodo, a seconda delle esigenze
° Differenziazione per Raccolta (Collection Biasing) - gli amministratori possono differenziare i risultati in base a raccolte specifiche, aumentando o riducendo la pertinenza in base alle esigenze degli utenti
 
Le nuove API (interfacce di programmazione) per l’amministrazione (Administrative API) offrono inoltre maggior controllo nell’automatizzazione delle operazioni ripetitive più comuni. GSA 6.0, inoltre, supporta ora sia l’associazione anticipata sia quella tardiva (early & late binding), così che i risultati delle ricerche possono essere visualizzati in linea con le specifiche policy di sicurezza dell’azienda.
 
- Qualità ancora maggiore nei risultati delle ricerche – oltre a un ulteriore miglioramento degli algoritmi, GSA 6.0 include nuove funzionalità di social search, quali Query Suggestions (la casella di ricerca suggerisce il perfezionamento delle query affinché gli utenti digitino meno testo e possano navigare più rapidamente) e User-added Results (i risultati aggiunti dall’utente consentono di promuovere pagine web specifiche per una determinata query), che capitalizzano sulle conoscenze dell’organizzazione per restituire risultati ancora più precisi. La ricerca cross-language, inoltre, permette a utenti aziendali di tutte le lingue di tradurre in tempo reale i risultati delle loro ricerche in qualsiasi lingua.

Google annuncia GSA 6.0, la nuova edizione dell’architettura hardware/software per l’enterprise search Google Search Appliance, ora in grado di indicizzare e ricercare un numero praticamente illimitato di documenti e di consentire l’unione di più appliance per soddisfare le esigenze di search delle organizzazioni di qualsiasi dimensione.
 
La popolare yellow box Google Search Appliance è in grado di eseguire ricerche nelle intranet, nei server web, nei portali, nei file system, nei database, nei sistemi di gestione dei contenuti e nei dati delle applicazioni aziendali, con la stessa precisione e semplicità dell’universalmente noto motore di ricerca di Google.
 
Scalabilità dinamica
Con GSA 6.0, Google introduce una nuova architettura, integrata in due modelli: GB-7007, che supporta ricerche su fino a 10 milioni di documenti, e la nuovissima unità GB-9009 per le ricerche su oltre 10 milioni di documenti e capacità virtualmente illimitata. La nuova architettura consente alle aziende di aggiungere dinamicamente capacità alle implementazioni GSA esistenti senza dover sostituire l’attuale sistema e interrompere il servizio. L’aggiunta di maggiore capacità richiede solo pochi secondi e viene eseguita semplicemente modificando la licenza, senza che siano necessarie variazioni all’hardware GSA sottostante.
 
GSA 6.0 permette alle organizzazioni di:

 

- Avere a disposizione un’architettura che, nel modello base, consente di ricercare fino a 10 milioni di documenti – con questa release, Google effettua l’upgrade del modello entry-level al potente GB-7007 (che sostituisce il precedente modello GB-1001 in grado di ricercare da 500.000 a 3 milioni di documenti) e lancia anche un modello completamente nuovo – il GB-9009 - indirizzato ai clienti con volumi di documenti particolarmente elevati. Il nuovo appliance GB-9009 integra funzioni per la ridondanza ed è basato sulla piattaforma R710 di Dell e i processori Intel Xeon 5500.

- Ricercare istantaneamente informazioni su miliardi di documenti contenuti nella intranet o sui siti web aziendali – la nuova versione di GSA offre per la prima volta la possibilità di ricercare informazioni su miliardi di documenti, grazie alle funzionalità per la scalabilità dinamica che permettono di collegare in modo semplice e rapido più appliance GSA installati in locale o presso sedi remote, consolidando così le informazioni residenti presso molteplici archivi di diversi dipartimenti aziendali. 

Usufruire di maggiori possibilità di personalizzazione - GSA 6.0 offre opzioni per la personalizzazione delle funzionalità di amministrazione, sicurezza e rilevanza dei risultati restituiti dal motore. Le nuove funzioni permettono di personalizzare al massimo livello le modalità e la tipologia dei risultati delle ricerche. Tra queste:
 

° Struttura del Ranking (Ranking Framework) – possibilità per gli amministratori di integrare i log del server o altre informazioni relative ai documenti ricercabili per migliorare ulteriormente i risultati
° Differenziazione per Nodo (Node Biasing) - grazie alla scalabilità dinamica e all’integrazione di più appliance in diversi reparti e sedi geografiche, gli amministratori possono differenziare i risultati provenienti da determinate appliance di ricerca in base al nodo, a seconda delle esigenze
° Differenziazione per Raccolta (Collection Biasing) - gli amministratori possono differenziare i risultati in base a raccolte specifiche, aumentando o riducendo la pertinenza in base alle esigenze degli utenti
 
Le nuove API (interfacce di programmazione) per l’amministrazione (Administrative API) offrono inoltre maggior controllo nell’automatizzazione delle operazioni ripetitive più comuni. GSA 6.0, inoltre, supporta ora sia l’associazione anticipata sia quella tardiva (early & late binding), così che i risultati delle ricerche possono essere visualizzati in linea con le specifiche policy di sicurezza dell’azienda.
 
- Qualità ancora maggiore nei risultati delle ricerche – oltre a un ulteriore miglioramento degli algoritmi, GSA 6.0 include nuove funzionalità di social search, quali Query Suggestions (la casella di ricerca suggerisce il perfezionamento delle query affinché gli utenti digitino meno testo e possano navigare più rapidamente) e User-added Results (i risultati aggiunti dall’utente consentono di promuovere pagine web specifiche per una determinata query), che capitalizzano sulle conoscenze dell’organizzazione per restituire risultati ancora più precisi. La ricerca cross-language, inoltre, permette a utenti aziendali di tutte le lingue di tradurre in tempo reale i risultati delle loro ricerche in qualsiasi lingua.